Piantare, curare e riprodurre le fresie

Piantare e coltivare le fresie.

Le fresie sono piante floreali bulbose originarie del Sudafrica, molto coltivate nei giardini esterni o in vaso, di tantissime tonalità di colore e preferiscono i climi temperati.

Crescono da bulbi o rizomi e raggiungono altezze fra i 20 ed i 50cm, con foglie lunghe e strette di colore verde scuro. Per la loro bellezza ed i loro colori, le fresie sono tra i fiori recisi più utilizzati, anche perchè sopravvivono fino a tre settimane nel portafiori. Puoi coltivare le fresie sia all’aperto che al chiuso e con il clima adatto possono fiorire tutto l’anno.

Quando e come piantare bulbi di fresia

Il periodo migliore per scegliere i bulbi di fresia è l’autunno, quando sono più sani. Evita quelli che al tatto sembrano troppo morbidi perchè potrebbero essere danneggiati, fino al momento della messa a dimora conservali in un luogo fresco in un sacchetto di carta. Quando acquisti i bulbi confezionati, generalmente sono disidratati, perciò è una buona pratica metterli in ammollo per 30 minuti prima della semina.

Quando piantare i bulbi di fresia? Se hai intenzione di piantarli in un giardino all’esterno, il periodo migliore è quello dell’autunno. Se vivi in una zona molto fredda o in autunno non hai fatto in tempo, puoi ancora piantare le fresie a fine inverno — inizio primavera, tra gennaio e marzo.

Come si piantano i bulbi di fresia? Scegli un posto al sole o parzialmente ombrato, che riceva la luce solare del mattino e abbia il terreno ben drenato, dove se piove l’acqua non ristagna per molte ore. Il terreno ideale per piantare i bulbi sarebbe una miscela in parti uguali di terra da giardino, compost vegetale e sabbia. Semina i bulbi nel terreno a una profondità doppia della loro altezza (12-15cm in genere) con la punta rivolta verso l’alto e, se vuoi, metti un po’ di fertilizzante per bulbi sul fondo della buca.

Lascia almeno 7cm di distanza tra un bulbo e l’altro, per consentire una buona propagazione delle radici. Innaffia la zona dopo la semina e mantieni la giusta umidità durante il periodo di crescita, senza esagerare con l’acqua.



Acquista su Amazon 100 bulbi di fresie, narcisi, giacinti e altre bulbose da fiore, adatte alla coltivazione sia in giardino che in vaso.


 

Coltivare le fresie in vaso

Fra crescere le fresie in un vaso in casa è abbastanza facile: pianta i bulbi allo stesso modo del giardino, ma tieni il vaso o i vasi vicini a una finestra dove arriva molta luce. In un vaso di 30-40cm puoi seminare anche 15 bulbi, in uno più piccolo di 20-25cm è meglio non andare oltre i 10-12.

Durante il periodo di riposo dei bulbi puoi lasciarli in vaso, non c’è bisogno di toglierli, ma smetti di innaffiare.

La fresia cresce facilmente in casa o in giardino.

Cura delle fresie

Quando crescono le prime foglie delle fresie, mantieni l’umidità sufficiente necessaria alle piante ma senza allagarle, perchè una innaffiatura esagerata potrebbe far marcire i bulbi. Se ti accorgi che le foglie ingialliscono, riduci drasticamente la quantità di acqua finchè non riprendono un aspetto più sano.

Da quando compaiono i primi germogli puoi concimare le fresie durante la fase di crescita, finchè non raggiungono il periodo di riposo. I fertilizzanti liquidi funzionano meglio quando le piante sono fiorite.

Se vivi in una zona soggetta a gelate invernali, togli i bulbi dalla terra e conservali fino al successivo periodo di semina, scavando una buca e tirando delicatamente. Rimuovi lo sporco in eccesso e le foglie appassite, lava il bulbo con acqua pulita, fallo asciugare per bene e conservalo in posto asciutto e ventilato in un sacchetto di carta.

Le fresie non hanno molti problemi con insetti e malattie. Come per la maggior parte delle piante, sono soggette più che altro a lumache e afidi, soprattutto in terreni troppo umidi. Il miglior modo per evitare problemi alle piante è mantenere il terreno ben aerato e senza erbacce.

Fioritura delle fresie

Quando fioriscono le fresie? Tra le 10 e le 12 settimane dopo aver piantato i bulbi. È possibile allungare la stagione della fioritura, facendo delle semine progressive ogni due settimane. I fiori recisi delle fresie sono davvero belli ed il momento migliore per tagliare i gambi è al mattino presto. Metti i fiori in un vaso d’acqua e cambiala tutti i giorni, così non avrai bisogno di un conservante per fiori recisi. Dopo qualche giorno taglia leggermente i gambi un po’ sopra il primo taglio, con una leggera inclinazione.

Riprodurre e moltiplicare le fresie

Le fresie si possono riprodurre per divisione dei bulbi o per seme. La maggior parte di giardinieri, coltivatori e appassionati di giardinaggio ottiene migliori risultati con i bulbi, anche perchè le piante cresciute da seme possono impiegare più di tre anni prima che siano in grado di fiorire.

I bulbi si riproducono da soli quando sono interrati, durante la crescita. Come molte piante bulbose, anche le fresie producono bulbi laterali, piccoli bulbi ai lati del principale, che si possono staccare dalla pianta madre e interrare separatamente.

Un semenzaio per la riproduzione delle fresie richiede invece condizioni molto specifiche di umidità, temperatura, ossigeno e si realizza con contenitori in plastica o legno di varie dimensioni, non direttamente in terra.

4 consigli per coltivare le fresie dai semi

☑ Lascia i semi in ammollo per 24 ore in acqua calda per ammorbidire il rivestimento esterno.

☑ Metti ghiaia, brecciolina o altro materiale per garantire un buon drenaggio sul fondo del contenitore.

☑ Una buona miscela di terra per un semenzaio di fresie si può ottenere con torba, compost e un concime fosfatico. In alternativa va bene anche del comune letame.

☑ Usa un innaffiatoio a pioggia e mantieni costante l’umidità. Puoi anche coprire il recipiente con della plastica trasparente, ma lascia la possibilità di aerare e ossigenare la terra.



Acquista su Amazon 100 bulbi di fresie, narcisi, giacinti e altre bulbose da fiore, adatte alla coltivazione sia in giardino che in vaso.