Come creare un piccolo orto

Creare un piccolo orto.

Coltivare un piccolo orto non è per niente difficile, basta un po’ di impegno e poco tempo per mangiare della buonissima insalata coltivata da noi. La prima cosa da fare, prima ancora di mettersi all’opera, è scegliere il posto dove creare l’orto.

Se abbiamo un piccolo cortile, un giardino o un terrazzo allora non c’è nessun problema; se invece vogliamo il nostro piccolo orto in casa, dovremo mettere i vasi o gli altri contenitori vicino una finestra, dove possano ricevere almeno 5 ore di luce diretta durante il giorno, abbastanza protetti dal vento.

Una volta scelto il posto giusto, è necessario preparare il terreno o il terriccio da utilizzare. Se la terra è troppo dura, bisogna zapparla un po’, allentarla in modo che acquisisca porosità per far crescere le radici, facilitare la rimozione di acqua in eccesso e far circolare l’aria.

Se invece la terra è morbida e abitata da lombrichi o altri vermi, va benissimo così. Una volta ammorbidito il terreno, è bene concimarlo un po’ con compost fatto in casa, fertilizzanti organici o humus di lombrico. Nel caso decidiamo di piantare l’orto in vaso, è possibile creare un buon substrato con parti uguali di sabbia, fibra di cocco o torba, ma anche terra da giardino.

⭐️ Per approfondire leggi: Scegliere il terriccio ideale per l’orto.

Oltre ai tradizionali vasi di terracotta, si possono ottenere contenitori per far crescere piante e verdure riciclando tante cose: bottiglie di plastica, scatole di legno riverstite con imballaggi, contenitori di tetra pack, vecchie pentole e tutto quello che può contenere almeno 15cm di terra con dei fori sul fondo, per un drenaggio adeguato dell’acqua.

Il terreno è pronto per coltivare l’orto? Allora adesso dovete procurarvi i semi da piantare. Il modo più semplice e veloce, quasi ovvio, è comprarli nei negozi in cui li vendono, quelli che hanno i prodotti per il giardinaggio e in alcuni casi anche nei supermercati.

Ma c’è anche un modo più interessante: potete chiederli a piccoli coltivatori o amici che coltivano già il loro orto, scambiandoli con qualcosa che avete da offrire. Così potrete anche condividere esperienze, incontrare persone che hanno la passione della coltivazione e provare nuovi semi di altri ortaggi.

Scelte le verdure da crescere nell’orto e procurati i semi, procediamo alla semina. Se si tratta di poche piante ed il posto è tranquillo, protetto da uccelli e altri animali, possiamo seminare direttamente nel terreno senza alcun rischio.

Se invece si tratta di una grande quantità di piante, in uno spazio abbastanza grande, meglio seminare in un contenitore come un vassoio per semina o tanti piccoli vasetti in plastica. Così le piantine avranno maggiori probabilità di sopravvivere, prima di essere trapiantate nell’orto quando avranno raggiunto le dimensioni adeguate.

Naturalmente non tutte le verdure possono essere piantate nello stesso periodo, per ogni pianta c’è il periodo giusto. In primavera-estate è il momento di seminare i pomodori, la lattuga, i ravanelli o le cipolle.

⭐️ Per approfondire leggi: Come coltivare i pomodori.

Nel periodo autunno-inverno possiamo piantare barbabietole, cavoli, bietola, fagioli e tante altre verdure. Scegliete di coltivare nel vostro piccolo orto i prodotti della terra che più vi piacciono, che siano le carote, le zucchine, i meloni, le patate o qualsiasi altro ortaggio.

Troverete questa attività molto interessante ed in qualche modo anche divertente, potrete sperimentare tutte le piante, senza paura di sbagliare, imparando a coltivare e crescendo insieme a loro.